Si è presentata ieri pomeriggio all’Ufficio Postale di Via Matteotti a Misterbianco chiedendo l’attivazione di una carta POSTEPAY. Nell’esibire i documenti al direttore della filiale, utili al completamento della pratica, la donna ha mostrato una certa irrequietezza che si è tradotta in una “discreta” chiamata del preposto ai carabinieri della locale Tenenza che, intervenuti sul posto, hanno esaminato i documenti della signora rilevandone inequivocabili segni distintivi di falso. Difatti si è successivamente accertato che la donna, rubando l’identità ad una ignara signora di Licodia Eubea, aveva creato ad arte false carta di identità – a cui aveva apposto la propria foto – e tessera sanitaria. A finire in manette una 49enne originaria di Canicattì (AG) ma residente da anni a Belpasso (CT), alla quale sono stati contestati i reati di: Sostituzione di persona, false dichiarazioni sull’identità personale e possesso di documenti falsi.

GRANDANGOLO

Open chat

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi